IL MISTERO DELLA LETTERA
"Buccolini: la lettera del Ministero sui tigli? Un mistero"

A Montappone si torna a parlare della questione dei tigli di viale Leopardi, e lo fa il capogruppo di minoranza Paolo Buccolini: «Il 28 luglio scorso risulta protocollata in Comune una nota dei Ministero per i Beni Culturali con la quale viene trasmessa la proposta di vincolo sul viale dei tigli. Nella nota il ministero rimane in attesa della comunicazione dell'avvenuta affissione all'albo pretorio, ai fini della decorrenza dei termine di 60 giorni per eventuali osservazioni. A tutt'oggi non si è potuto prendere visione della documentazione in quanto questa è stata trattenuta personalmente dal sindaco, e quindi non ancora pubblicata all'albo. A questo proposito ho inviato all'amministrazione e in Prefettura una nota formale di protesta in quanto questo comportamento contrasta con le più elementari norme sulla trasparenza e non consente un democratico svolgimento delle funzioni dei consiglieri comunali». Soddisfazione esprime invece Buccolini per la proposta del Ministero: «Questo provvedimento ci rassicura molto e interpreta anche la volontà dei comitato "Salviamo i Tigli", delle centinaia di cittadini che hanno sottoscritto la petizione contro l'abbattimento insieme a molte personalità come i deputati Vittorio Sgarbi e Fabrizio Cesetti, delle associazioni ambientaliste che si sono attivate come Legambiente, Wwf, Italia Nostra, Cai, l'Umana Dimora, Ekoclub International Circolo River Keeper. Non si valorizza un bene culturale distruggendolo. Il provvedimento ministeriale», conclude Buccolini, «rappresenta tra l'altro l'opportunità nel tempo per finanziamenti finalizzati alla conservazione del bene».

(Daniela Simoni)

Corriere Adriatico del 20 settembre del 2000

Stampa questo articolo | Scarica le foto