IL GRUPPO

 Montappone Nuova

 Il programma del '99

 Il nostro impegno

 Contatti

 Dove siamo
SPECIALE


DOWNLOAD
 
 Filmati

 Galleria fotografica

 Files audio
NEWSLETTER MN
E-mail:

Nome:

Cognome:


Iscriviti
Cancellati

AREA RISERVATA

LA NOTA

LA NOTA DEL CAPOGRUPPO

Il Sindaco, come se fossimo in uno stato di polizia, incarica illegalmente il vigile urbano di controllare ed avvisare la maggioranza quando i consiglieri di opposizione erano presenti in comune.

Si, proprio così! A Montappone è successo: un disonore verso le istituzioni democratiche soprattutto di chi ha dato l'incarico.

Segue stralcio dalla Nota sulla Diffamazione aggravata a mezzo stampa:

"… non è stata mai scelta la via giudiziaria quando si mancava di rispetto al capogruppo ed ai consiglieri di opposizione nella chiara funzione di rappresentanti istituzionali.
Certamente può in una fase iniziale dispiacere agli elettori e moltissimo è costato alla sensibilità verso le regole democratiche del gruppo consiliare “Montappone Nuova” e tuttavia, non è stato mai scelta la via giudiziaria quale metodo di lotta politica.

Il mancato rispetto delle regole democratiche rappresenta un'offesa soprattutto alla comunità Montapponese tutta".

Ebbene, quello che è sconcertante di questa vicenda, è il doppio gioco utilizzato da questi caporali per dirla con Totò.
In particolare, il Sindaco:

A MONTAPPONE
Alle sue assemblee pubbliche, in consiglio comunale e con i suoi elettori rappresentava il massimo dell'arroganza nel continuare ad accusare di un reato chi come Lui rappresenta una parte della popolazione

PRESSO IL TRIBUNALE DI FERMO
Alle udienze dove doveva dimostrare la fondatezza delle sue affermazioni diventa

in un primo momento:

“ un piccolo frignone al di là di ogni possibilità di redenzione”,
per dirla con Raymond Ellis (1), con il suo avvocato le prova di tutte come:

•  che lo scritto diffamatorio non era stato fatto da loro in quanto non recava la firma autografa….;
•  che chi ha fatto la denuncia non era capogruppo di opposizione.

Inoltre, con i tre dei quattro testimoni che ha portato davanti al giudice dimostra esattamente il contrario.

In un secondo momento:

con un testimone speciale, il vigile urbano, che per l'occasione ironicamente potremmo chiamare lo Sceriffo di Nottingham, il Sindaco dimostra di essere un moderno “ vero flagello “ (1) della democrazia.

Quello che certamente dispiace della vicenda e di altre che abbiamo cercato di rappresentare con questo sito è la grave divisione dei Montapponesi generata da questa sciagurata gestione delle istituzioni democratiche.

Nelle amministrazioni passate mai si arrivò a questa grave divisione; nemmeno nel dopoguerra e nei primi passi della democrazia.
Ricordo, dal 1985 al 1995 essendo stato assessore di maggioranza e Vicesindaco dal 1990 al 1995 di questo bellissimo paese, mai e poi mai l'Opposizione è stata trattata in questo modo.

--------------------------------------------------------------------------------

(1) al di là della collina, memorie di un soldato inglese prigioniero nelle Marche a cura di M.Grazia Camilletti edito da AFFINITA' ELETTIVE

▪ AREA STAMPA

 Hanno parlato di noi...
 
 La bacheca del gruppo

 Altro

 Archivio notizie

▪ MUSEO DEL CAPPELLO
 
 I° allestimento

 II° allestimento

 Sistema tre presse

 Poesia di M. Massini

 Galleria fotografica

▪ COMMUNITY
 
 Forum

 Guestbook

 Chat

 Segnala il sito

 Aggiungi a preferiti

▪ LINK UTILI
 
 Regione Marche

 Turismo Marche
 
 Marcheimpresa
 
 Legambiente

 WWF

 Amci
© 2004 Montappone Nuova - E' vietata la riproduzione anche parziale salvo il consenso dei rispettivi proprietari
E-mail: info@montapponenuova.it